Apertura: 6:00 - 20:00  -  Chiusi la Domenica pomeriggio

Azienda agricola Terre Paolini

- L'amore per la terra porta solo buoni frutti -.

L'Azienda agricola

La Storia

Founded in 1930

L’azienda agricola “Terre Paolini” è situata nella campagna di Genzano di Roma, in località Monte Cagnolo. I terreni collinari che caratterizzano tutta la zona e il territorio circostante si prestano in maniera ideale alla produzione vinicola ed olearia. Spera Roberto, nel suo libro “I vini dei castelli romani - Viaggio attraverso la storia di un territorio e dei suoi vigneti”, ci ricorda che: “…La vite e il vino, hanno trovato qui la massima espressione del terroir, e sono stati gli elementi intorno ai quali è ruotata la vita delle genti di questi luoghi fin dall'antichità. Ne è nata una vera e propria civiltà del vino…”.  I vigneti dai quali oggi si produce il vino “Francesco”, furono impiantati agli inizi degli anni ’30 dal Cavalier Dante Paolini il quale, appena un decennio più tardi, diede ancora più prestigio alla sua tenuta ponendovi al centro un’elegante villa a due piani. Dal terrazzo che circoscrive il secondo piano è possibile godere di una vista splendida in tutte le direzioni; a nord sorge la cittadina di Lanuvio, l’antica Civita Lavinia, circondata dalla sua ridente campagna, ad ovest si stagliano i possenti monti dell’Artemisio, a sud le ampie contrade veliterne sfumano nell’orizzonte e ad est, nelle giornate di sole, le acque del mar Tirreno luccicano oltremodo. Non a caso Stendhal (1783-1842) definì questo luogo come “magnifico, nato in un tempo che ha preceduto ogni storia”. La passione per il podere lasciatogli in eredità dal padre Dante portò il figlio, Francesco Paolini (cavaliere, commendatore ed alto ufficiale della Repubblica Italiana), a proseguire ed ampliare la tradizione di famiglia. Egli divenne, infatti, vicepresidente della Società Cooperativa Agricola San Tommaso, destinando gran parte del proprio raccolto annuale di uva alla produzione di vino della suddetta cantina sociale. La prematura scomparsa di Francesco, avvenne nel maggio del 2007 e sul figlio Giovanni gravò il peso dell’amministrazione della AU.RO.L. S.r.l., società di autotrasporti di carburanti e combustibili nonché attività primaria della famiglia, per questo la guida dell’ampia tenuta passò alla moglie di Giovanni, Silvia Mancini, giovane e dinamica imprenditrice che si assunse la responsabilità di coadiuvare il marito nella gestione dell’importante patrimonio terriero. In poco tempo riorganizzò l’impresa agricola e creò la denominazione “Terre Paolini”. Da quel momento Silvia è divenuta amministratrice dell’azienda, conferendole rinnovato lustro e fama per merito dei prodotti di altissima qualità che da essa nascono. Gli oltre sei ettari di vigneto a disposizione dell’azienda rendono mediamente tra i settecento e gli ottocento quintali di uva l’anno, quantità che assicura una produzione vinicola di oltre cinquantamila litri. E’ da questa terra che prende vita il “Francesco”, il pregiato bianco (con certificazioni D.O.P. e I.G.T.) simbolo e prodotto di punta di “Terre Paolini”. Esso è il frutto dei vitigni di Bellone, Bombino, Malvasia puntinata e piccole quantità di Shiraz. Il vino presenta un bellissimo colore giallo paglierino, un profumo intenso ed un sapore armonioso e vellutato. Il nome è un chiaro omaggio al compianto Francesco Paolini, il cui amore per la sua campagna e per il vino ivi prodotto era ed è cosa nota a tutti. Il “Francesco” è venduto ad alcuni tra i migliori ristoranti di Roma e provincia, i cui proprietari sin da subito ne hanno riconosciuto e apprezzato la bontà.  Il vino gode di un’ottima reputazione anche all’estero, precisamente in Giappone. Nel Giugno del 2011 l’azienda è stata scelta dall’emittente televisiva Nihon Terebi (televisione giapponese) come location per alcune riprese che avevano come oggetto le campagne dei castelli romani; per l’occasione, il “Francesco” è stato inviato in Giappone, dove la prima degustazione è avvenuta in diretta tv. Non si esclude che il paese del sol levante, da sempre affascinato dalla cultura italiana, possa divenire a breve un ulteriore mercato nel quale commercializzare il vino di “Terre Paolini”. La produzione agricola dell’azienda non si limita puramente a quella vinaria; numerose piante d’olivo sparse su circa un ettaro di terreno garantiscono una rendita d’olio extravergine superiore ai mille litri annui chiamato "L'Oro di Silvia". E’ l’unione di tutti questi elementi che ci consente, oggi, di guardare con fiducia al futuro.